Carnevale alla Primaria

“ Mascheratevi, divertitevi senza scomodare il portafoglio di mamma e papà. Insomma, fate con le vostre mani il costume carnascialesco.” Questa la tassativa disposizione delle maestre, con l’aggiunta che ogni classe doveva esibire mascheramenti “a tema”.E noi, da bravi scolaretti, dai più piccoli ai più grandi, ci siamo dati da fare.

Per qualche giorno, assistiti dalle maestre, armati di cartoncini, forbici, stoffe, pennarelli, colla, elastici…ci siamo dedicati alla divertente impresa.

Finalmente il pomeriggio di venerdì 13 febbraio, ultimo giorno prima delle vacanze di Carnevale, ce lo siamo goduto per intero. Prima in palestra a divertirci con i giochi di abilità preparati dall’insegnante di educazione fisica. Poi via ai travestimenti, al trucco…

“Quando farete la passerella – ci hanno detto le maestre – dovete interpretare “il personaggio di cui indossate la veste”. Così, dopo esserci schierati sotto la pensilina della nostra scuola, ha avuto inizio la parata: chiamati dalla speaker, i vari gruppi mascherati ( le coccinelle, i giaguari e leoni, gli egizi, i cavernicoli, i romani…) hanno percorso “il tappeto rosso” della passerella, interpretando la loro parte, accompagnati da applausi e grida di giubilo.

Tutti bravi! Una nota di merito per i “cavernicoli” e per gli “egizi”: assai efficace la loro immedesimazione…

Alla fine crostoli, frittelle e…coriandoli a volontà.

Melania e Vanessa