La Castagnata

Scuola Infanzia

Il frutto della compagnia

(Time for fun and games together)

Favoriti da una incantevole giornata di sole, i bambini e i loro genitori hanno goduto un piacevole pomeriggio. Il giardino della scuola era un via vai colorito e vociante.
Le maestre Roberta, Nadia e Michela, sempre attente e premurose, avevano orchestrato con fantasia e maestria una serie di divertenti giochi: divisi in quattro squadre i bambini, accompagnati da un genitore, si sono spensieratamente cimentati per vincere il premio finale: caldarroste, dolcetti e bevande a volontà.
C’era una “gimkana” dal tortuoso percorso disseminato da ostacoli, da percorrere gamba dell’uno (figliolo) legata a quella dell’altro (genitore) nel più breve tempo possibile. Scenette piacevolmente comiche.
C’era la gara del “tiro alla castagna”: centrare un’enorme castagna bucata al centro, con una pallina, a 5 metri di distanza. Tanta energia, poca precisione: toppa precipitazione per la voglia di far bella figura.
C’era da tuffarsi dentro una “montagna di foglie” alla ricerca di più noci e castagne possibili, ivi sepolte. Ad ogni ritrovamento un grido di vittoria.
C’era la gara del “lancio del sacchetto di castagne”: centrare rettangoli numerati dal 2 all’8, per ottenere più punti possibili.
C’era, infine, la “caccia al tesoro”: trovare 5 foglie di piante “particolari” presenti nel parco dell’Istituto nel più breve tempo possibile.
Premiazione: alla squadra vincente una coccarda con al centro disegnata un’originale castagna d’oro; alle altre una coccarda con castagna argentata.
Che spettacolo vedere papà e mamme divertirsi per far divertire i loro bambini: manifestazione genuina d’amore, di gioiosa unità familiare.