La festa in teatro

“Ho 10 anni e faccio la quinta classe; fin dalla prima frequento il Filippin; quindi ho partecipato a diversi spettacoli natalizi, dedicati ai genitori in occasione del Natale; siamo sempre stati molto applauditi; penso che questi “complimenti” ce li siamo meritati tutti, perché preparare questa festa non è facile per noi e per le maestre: prove su prove e più d’una volta le abbiamo fatte spazientire per le nostre distrazioni.

Anche quest’anno non abbiamo deluso il pubblico, perché ci ha dedicato molti applausi.

Abbiamo sceneggiato dei racconti natalizi: ogni classe si è esibita con canti, recitazioni e balletti; i costumi, tutti preparati dalle nostre mamme, erano colorati e sgargianti. Bellissima la coreografia del palco, curata dalla maestra Giulia (una vera artista) : sullo sfondo d’un paesaggio collinare, imbiancato di neve, c’era una grande capanna con dentro i personaggi del Presepio; nel cielo azzurro stelle luminose, sopra la capanna un angelo alato e osannante.

La festa è stata bella: ce l’abbiamo messa tutta; alla fine la regista della festa, la maestra Elena, ci ha fatto i complimenti per la nostra bravura, aggiungendo anche che le avevamo prosciugato tutte le forze. Finito il suo intervento, noi, familiari e dirigenti abbiamo tributato a lei e alle sue collaboratrici, un applauso fragoroso e lungo.”

Anche il Direttore Generale Fratel Carlo ci ha detto belle parole: “siete i più bravi ragazzi del mondo!”; (forse ha un po’ esagerato!) Noi, gridando a squarciagola : hurrà (tre volte), ci siamo presi i complimenti.”

Denis

A tavola insieme alle famiglie

….per godere una serata gioiosamente natalizia.

“Dopo la festa in teatro – Eravamo quasi 200 a tavola nella  grande sala da pranzo dell’Istituto. Che spettacolo!

Composti e finalmente tranquilli i genitori hanno consumate in pace le varie portate tra una ciacola e l’altra; i ragazzi, più che a mangiare, avevano tanta voglia di  giocare; così i genitori, conoscendo la loro frenesia, avevano fatto preparare un sala giochi tutta per loro : alcuni ragazzi grandi li hanno intrattenuti con giochi divertenti; e loro non si sono fatti pregare.

Se i cuochi hanno meritato i complimenti per i gustosi piatti, un plauso particolare penso sia stato  più che giusto tributare ai camerieri e cameriere: erano studenti delle nostre classi finaliste che hanno voluto dimostrare il loro sincero “spirito di servizio”.

Le Maestre