Ciao Papa Francesco!

papaChe bella sorpresa !
« Gli esperti ti avevano messo tra i “papabili”; io non ti conoscevo. Ma mi è bastata la tua apparizione alla balconata di San Pietro nel giorno della tua elezione a Papa, per capire che sei un uomo simpatico e credibile: occhi luminosi, sorriso bonario, gesti e parole familiari e comunicativi, da cui traspare una fede semplice e genuina.

Mi hai commosso, mi hai aperto il cuore alla speranza; con le due parole che hai detto, ho capito che posso contare su di te, come Fratello maggiore : mi fai sentire un po’ più cristiano, distratto e superficiale come sono, perché Cristo lo vivi e lo comunichi con il tuo rassicurante sguardo, con le tue braccia e parole protese verso noi che ti guardiamo felicemente sorpresi.
Noi giovani soprattutto abbiamo bisogno di te, caro Papa Francesco; aspettiamo di scoprire presto la tua sapienza, la tua magnanimità, la profonda fede in Cristo, di cui sei il Vicario in terra.
Conta sulla mia amicizia e spero di non deluderti come uomo e come cristiano.
Grazie Papa Francesco di esistere ! Un saluto poco originale, ma sincero.»Tuo Giacomo (3^ L. Sc.)

« Giovani, siate liberi, andate controcorrente e siate attenti agli “altri”,specialmente ai piu’ bisognosi…»

« Noi siamo liberi per il bene. Non abbiate paura di andare controcorrente, anche se non e’ facile! Essere liberi per scegliere sempre il bene e’ impegnativo, ma vi rendera’ persone che hanno la spina dorsale, che sanno affrontare la vita, persone con coraggio e pazienza.
Molti di voi partecipano a varie attivita’ che vi abituano a non chiudervi in voi stessi o nel vostro piccolo mondo, ma ad aprirvi agli altri, specialmente ai piu’ poveri e bisognosi, a lavorare per migliorare il mondo in cui viviamo. Siate uomini e donne con gli altri e per gli altri, dei veri campioni nel servizio agli altri”.»