Visita al MUSE di Trento

1^ L. Scienze Applicate e 1^ L. Europeo

Il giorno 3 dicembre 2014 Le due classi hanno visitato il MUSE di Trento (museo della Scienza), la cui ardita  struttura è stata progettata dall’architetto Renzo Piano.)

Accompagnatori: prof. Alan Begliorgio e prof.ssa Mariapia Mazzocato

Questa visita ha avuto due momenti significativi per le due classi: nella mattinata la classe 1^ Europeo,, accompagnata dalla guida, ha fatto conoscenza delle varie aree di cui è composto il Museo, soffermandosi qua e là dove c’erano dei laboratori che permettevano agli studenti di prendere parte direttamente alla conoscenza e utilizzo degli strumenti scientifici a disposizione.

La classe 1^ delle Scienze Applicate ha svolto, invece, un laboratorio su ARDUINO (scheda elettrica molto semplice nell’utilizzo e programmazione) per prendere dimestichezza con i circuiti elettrici. Questa esperienza fa parte del programma di Informatica, materia del primo anno scolastico.

Nel pomeriggio i ragazzi sono stati lasciati liberi di visitare l’intero museo e di cimentarsi nelle varie aree laboratoriali.

Il Museo ha una struttura verticale in vetro, divisa in 7 piani: nel basso  sono collocate  piante e animali tipici della pianura; poi via via salendo s’incontrano la flora e la fauna tipiche delle varie altitudini, fino ad arrivare all’ultimo piano dove c’è un ghiacciaio e il suo habitat. In ogni piano sono rappresentati e spiegati il clima e i fenomeni atmosferici tipici di quella quota.

In un’atra parte del Museo viene spiegata la nascita dell’universo e delle stelle, la gravità; c’è anche un telescopio che ha permesso ai ragazzi di curiosare nello spazio.

Nell’area centrale di questa montagna di vetro sono appesi diversi scheletri (veri o riprodotti) di vari animali tipici della montagna, a partire dallo scheletro d’una balena (livello del mare) fino all’aquila reale (livello più alto).

E’ stata un’interessante “escursione scientifico-culturale” dal vivo, che ha coinvolto gli studenti, permettendo loro di “portarsi a casa, senza fatica” conoscenze già apprese dai libri o che dovranno scoprire nei prossimi mesi di scuola.